Test kinesiologici



La kinesiologia nasce ufficialmente intorno al 1960 negli USA per opera di un chiropratico, George Goodheart, anche se conoscenze analoghe erano presenti nelle antiche culture come quella cinese. È una disciplina che studia, attraverso una serie di test specifici, la resistenza muscolare in relazione agli organi del corpo umano: poiché a ogni muscolo del corpo è abbinato un organo, la kinesiologia risale alla condizione dell’organo valutando la maggiore o minore resistenza del muscolo ad esso collegato. Viene impiegata sia per individuare squilibri, sia per armonizzare l’organismo.

Il test muscolare, una derivazione della kinesiologia, permette di comunicare con il corpo senza l’interferenza della mente, così da avere risposte precise. Se viene eseguito correttamente è altamente attendibile. Si utilizza per:

1. Comprendere quali sostanze, alimenti, rimedi, cosmetici, gioielli siano più appropriati per la persona in oggetto;

2. Individuare eventuali squilibri energetici in varie parti del corpo: ad esempio si possono indagare le condizioni dei chakra;

3. Reperire informazioni sugli spiriti guida e sulle vite precedenti.

Vengono testati diversi muscoli: il test principale è quello delle dita, chiamato “o-ring”, ma si ricorre anche alle braccia e alle gambe.

La procedura per effettuare i test non richiede conoscenze specifiche e può essere imparata da chiunque con un minimo di applicazione.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento, verrà pubblicato non appena lo avrò visionato.