sabato 17 agosto 2013

Alcuni cristalli e le loro proprietà



Copyright © 2013 Fabio Nocentini - Tutti i diritti riservati



I cristalli sono conosciuti da millenni per la loro efficacia terapeutica: le antiche civiltà facevano un uso ritualistico molto frequente di pietre preziose e semipreziose.

Per attuare gli interventi sui chakra si fa ricorso generalmente ai cosiddetti “cristalli burattati”, cioè a quei minerali arrotondati e levigati artificialmente mediante apposite macchine: la lavorazione in cilindri contenenti polveri abrasive, che ruotano a velocità costante, fa sì che essi si smussino e acquistino lucentezza. Al contrario alcuni minerali, come l’aragonite arancione e le tormaline, vengono venduti non burattati.

Sia che si voglia lavorare su di sé, sia che ci si rivolga agli altri, sarà opportuno crearsi un corredo di pietre adatte ai trattamenti di armonizzazione, in quanto prima di poter riutilizzare lo stesso cristallo in un nuovo trattamento esso dovrà essere purificato. Inoltre è buona norma possedere esemplari di dimensioni diverse, dai più piccoli ai più grandi, per una maggiore comodità quando dovremo posizionarli su spazi del corpo ristretti (ad esempio sul 6° chakra). Una purificazione più incisiva è necessaria quando le pietre vengono reperite per la prima volta, in modo da annullare le vibrazioni negative che esse potrebbero avere assorbito prima di giungere a noi. Sconsiglio altri sistemi rispetto a quelli descritti sotto (come ad esempio sale, druse di ametista, incenso, reiki), poiché non sono efficaci oppure potrebbero danneggiare le pietre.


Purificazione sotto argilla. In un recipiente di vetro (bicchiere o ciotola) mettere uno strato uniforme di argilla in polvere senza aggiunta di acqua; collocarvi sopra i cristalli, distanziandoli; ricoprirli completamente di argilla e mantenerli in posizione come minimo per 48 ore consecutive, lontano da campi elettromagnetici (corrente, elettrodomestici, computer, cellulari: 1-2 metri di distanza). Trascorse le 48 ore lavare accuratamente ciascun cristallo con acqua e sapone neutro, quindi asciugarlo con carta morbida da cucina o con un tessuto di cotone. A questo punto il cristallo è pulito e può essere utilizzato.

Il tempo di 48 ore sotto argilla è necessario quando si purificano i cristalli la prima volta, dopo averli comprati; per purificarli dopo che sono stati impiegati in un trattamento è sufficiente metterli sotto argilla per almeno 3 ore.


Purificazione con aceto e olio essenziale di timo rosso. In un recipiente di vetro (bicchiere o ciotola) versare 2 dita di aceto di vino o di mele, aggiungere 5-6 gocce di olio essenziale di timo rosso e agitare bene affinché l’aceto stemperi l’olio essenziale. Se si devono purificare cristalli di grandi dimensioni aumentare in proporzione la quantità di aceto e le gocce di olio essenziale. Versare quindi acqua in modo che il livello del liquido ricopra completamente i cristalli che devono essere purificati; inserire i cristalli nel recipiente contenente la miscela e mantenerli in posizione come minimo per 8 ore consecutive, lontano da campi elettromagnetici. Lavare e asciugare ciascun cristallo come detto sopra.

Le 8 ore consecutive sono necessarie quando i cristalli vengono purificati la prima volta, dopo averli acquistati; la purificazione con questo sistema dopo che i cristalli sono stati utilizzati in un trattamento si riduce al tempo minimo di 20 minuti.

Pietre da non purificare con questo sistema perché potrebbero rovinarsi: crisocolla, fluorite policroma, lapislazzuli, lepidolite, malachite.


Dopo la purificazione i cristalli sono pronti all’uso e non necessitano di altri interventi. Contrariamente a quanto io stesso ho affermato in passato (attenendomi anche a informazioni riportate nei libri di cristalloterapia) i test kinesiologici e radiestesici hanno indicato che i cristalli non devono essere “attivati” né alla luce del sole né a quella della luna, né trattati in altro modo.

Se si vuole beneficiare della vibrazione tipica del cristallo è del tutto sconsigliato esporlo a fonti di energia (oltre a sole e luna è bene evitare reiki, pranoterapia, circuiti radionici, tavolette vitalizzanti e quant’altro). Non è detto che l’esposizione al sole o alla luna sia negativa: talvolta potrebbe essere di aiuto, ma bisogna verificare se ciò sia giusto secondo i casi. Per utilizzare la vibrazione specifica di un cristallo si deve solo purificarlo accuratamente: se voglio l’energia del quarzo rosa, devo ricorrere a un quarzo rosa che sia semplicemente pulito, non a un quarzo rosa “alterato” o “trasformato” dall’energia del sole o da quella della luna.


Proprietà di alcuni minerali

Le indicazioni date qui sotto non hanno alcun valore medico né terapeutico.


Agata di fuoco

Disturbi fisici Esercita azione drenante e come tale è utile per bruciare le tossine accumulate negli organi; inoltre è utile come tonico generale in casi di stanchezza, debolezza fisica. Si tratta di una pietra adatta a corroborare, infondere forza e vitalità.
Disarmonie psico-emotive Poiché l’agata di fuoco elimina le energie stagnanti, si utilizza per ripulire il piano emozionale e la mente da sensazioni e pensieri inappropriati, o da informazioni che creano squilibri. 
Chakra È adatta genericamente a tutti i chakra, maggiori e minori.


Aragonite arancione

Disturbi fisici Problemi sessuali di vario tipo; squilibri dell’apparato genitale maschile e femminile: infiammazioni, eruzioni cutanee, blocchi e rallentamenti delle normali funzioni fisiologiche.
Disarmonie psico-emotive Stanchezza o perdita di motivazione nella sessualità; impotenza, frigidità. Favorisce la concentrazione mentale e aiuta a sviluppare il senso del piacere anche in ambiti diversi dalla sessualità (ad esempio nell’alimentazione e nelle discipline artistiche o creative).
Chakra L’aragonite arancione è il cristallo di base per trattare il 2° centro energetico maggiore e i chakra minori di testicoli/ovaie.


Calcedonio azzurro

Disturbi fisici Raffreddore, bronchite, tosse, asma e altre affezioni dei polmoni e delle alte e basse vie respiratorie.
Disarmonie psico-emotive Adatto a persone con problemi di comunicazione a vari livelli, a coloro che non riescono a esprimersi bene (anche da un punto di vista creativo, ad esempio attraverso un hobby o un’attività artistica), a chi ha difficoltà nelle relazioni interpersonali.
Chakra Agisce in modo particolare sul 5° e sul chakra minore situato sullo sterno nel punto di congiunzione delle clavicole.


Copale

Disturbi fisici Poiché esplica azione riscaldante è indicato in soggetti freddolosi, che hanno mani e piedi freddi e che soffrono abitualmente di squilibri della termoregolazione. Malattie di vario tipo collegate a insoddisfazione, frustrazione, mancanza di gioia.
Disarmonie psico-emotive Il copale, resina sub-fossile simile all’ambra, è capace di stimolare la gioia e l’allegria: infonde un atteggiamento rilassato e sereno nei confronti di cose, persone, esperienze e situazioni. Incrementa la soddisfazione in ciò che si fa.
Chakra Cristallo appropriato per il 4° chakra principale e per il chakra minore del timo.


Crisocolla

Disturbi fisici Squilibri della tiroide, di qualunque tipo: iper e ipotiroidismo, alterazioni degli ormoni tiroidei, formazione di noduli. Affezioni delle corde vocali. Utile per controllare i livelli di colesterolo. 
Disarmonie psico-emotive La crisocolla si rivolge a chi ha problemi nell'esprimere la propria creatività ed è caratterizzato da problemi sia affettivi sia di espressione e comunicazione: persone che parlano poco o troppo, soggetti introversi o troppo esuberanti. Da tenere presente nella balbuzie.
Chakra 4° e 5°, oltre al vortice minore situato sullo sterno nel punto di congiunzione delle clavicole.


Crisoprasio

Disturbi fisici Può essere utile nei problemi dell'apparato cardiocircolatorio.
Disarmonie psico-emotive Per individui dal "cuore freddo", privi di coinvolgimento affettivo, poco passionali, carenti di compassione e sensibilità. Scarsamente propensi a fare le cose con amore, questi soggetti sono egoisti e calcolatori: il crisoprasio li aiuterà a rilassarsi e ad acquisire comportamenti affettuosi.
Chakra 4°. Indicato anche per i due chakra minori dei seni.


Eliotropio

Disturbi fisici Intossicazioni del sangue, gotta, problemi circolatori.
Disarmonie psico-emotive Adatto a soggetti che si fanno influenzare troppo dagli altri, soprattutto a livello affettivo; oppure a coloro che sono troppo disponibili nei confronti di altre persone e si lasciano facilmente sfruttare. Per chi è sopraffatto da questioni legate all'amore, agli affetti, ai rapporti di parentela, e le vive con ansia e sofferenza.
Chakra Cristallo adatto al 1° e al 4° centro energetico, si utilizza anche sui chakra minori di piedi, ginocchia, timo e seni.


Fluorite policroma

Disturbi fisici Utile negli squilibri del metabolismo del calcio, la fluorite multicolore è di aiuto anche in numerose affezioni della vista.
Disarmonie psico-emotive Crea ordine e disciplina mentale, promuove la corretta visione di cose, persone, situazioni. Per soggetti confusi, disorientati, caotici; per coloro che hanno scarsa consapevolezza di sé.
Chakra Viene impiegato come cristallo di base per trattare il 6° chakra principale e i due chakra minori degli occhi.


Granato piropo

Disturbi fisici Agisce sulla termoregolazione dell'organismo (soggetti calorosi o freddolosi, vampate di calore della menopausa); può essere indicato in alcune eruzioni pruriginose e in certe infiammazioni che colpiscono la pelle e l'apparato genitale, dovute a un eccesso di calore interno. Talvolta è di aiuto in presenza di geloni.
Disarmonie psico-emotive Consigliabile quando si affrontano difficoltà esistenziali, per rafforzare il fuoco interiore e armonizzare i conflitti relativi all'affermazione di sé. Induce perseveranza nelle azioni e nei propositi. Rimedio indicato anche per intervenire sulla sessualità, ad esempio nel caso di inibizioni sessuali.
Chakra 1° e 4°. Da tenere presente per trattare i seguenti chakra minori: piedi, ginocchia, testicoli/ovaie, timo.


Kunzite

Disturbi fisici La kunzite rafforza il sistema cardiovascolare e i polmoni.
Disarmonie psico-emotive Per chi si sente abbandonato e pensa di dover affrontare da solo i problemi e le situazioni difficili: questo cristallo mitiga la tristezza e allontana lo scoraggiamento, inducendo la persona a sentirsi protetta e sostenuta.
Chakra 4°. Si può utilizzare anche sui centri energetici minori dei seni.


Lapislazzuli

Disturbi fisici Regola la tiroide e le sue funzioni. Utile contro le laringiti, le infiammazioni della gola e delle corde vocali.
Disarmonie psico-emotive Potenzia la creatività, accresce la spiritualità, stimola la sensibilità, induce a esprimersi con maggiore slancio e a comunicare meglio. Favorisce l'autoanalisi e l'introspezione, aiutando a far emergere ciò che giace in profondità nell'inconscio. Indicato in soggetti timidi, balbuzienti, ansiosi, che non riescono a parlare fluentemente.
Chakra 5°. Talvolta può essere utilizzato anche sul 6° chakra principale e sui chakra minori degli occhi.


Lepidolite

Disturbi fisici Agisce contro i disturbi delle articolazioni, nelle infiammazioni muscolari e nei dolori della sciatica.
Disarmonie psico-emotive Stimola le capacità di selezione, in modo che l'individuo possa capire cosa è davvero utile per lui. Aiuta a concentrarsi sulle cose essenziali e a portarle avanti, senza farsi distrarre da persone, problemi o situazioni. Esplica azione antidepressiva.
Chakra Si rivolge particolarmente al 7° centro energetico e ai due chakra minori delle orecchie.


Malachite

Disturbi fisici Utile nel caso di gonfiori e infiammazioni generiche, soprattutto legate a squilibri del sangue. Da tenere in considerazione nelle tachicardie e nella fragilità dei capillari.
Disarmonie psico-emotive Amplifica lo spirito di amicizia e l'empatia: aiuta a mettersi nei panni altrui per meglio comprendere i bisogni e i sentimenti delle persone con cui si intrattengono relazioni di qualunque tipo (ad esempio anche nell'ambito lavorativo). Rende più affettuosi e disponibili verso gli altri.
Chakra 4°. In alcuni casi può risultare la malachite può risultare appropriata per intervenire sul chakra minore del fegato.


Mookaite

Disturbi fisici Debolezza delle ghiandole surrenali. Disturbi digestivi, intolleranze alimentari. Ristagni linfatici.
Disarmonie psico-emotive Accentua il desiderio di avventura, induce a ricercare nuove esperienze, favorisce cambiamenti di vario tipo. Indicato nelle persone intellettualmente pigre, poco curiose, allo scopo di spingerle a guardarsi intorno e a cercare nuovi interessi. Utile per scegliere le cose giuste, per effettuare una selezione tra numerosi stimoli, idee o proposte.
Chakra 1° e 3°. Cristallo appropriato anche per i seguenti chakra minori: piedi, ginocchia, mani, plesso solare, milza-pancreas.


Opale di fuoco

Disturbi fisici Rimedio da non trascurare in presenza di calcoli renali, insufficienza renale, squilibri dell'apparato genitale maschile e femminile, freddolosità, debolezza, affaticamento cronico.
Disarmonie psico-emotive L'opale di fuoco rafforza l'energia di base dell'organismo ed esplica effetti riscaldanti. Rasserenante e tranquillante nel caso di paure e sindromi depressive, rende più spensierati.
Chakra Si utilizza soprattutto sul 2° centro energetico maggiore, ma anche sui vortici minori di testicoli/ovaie e su quelli delle mani.


Pietra di luna

Disturbi fisici La pietra di luna è adatta a riequilibrare la milza-pancreas e l'apparato digerente. Può essere il cristallo appropriato per intervenire nei problemi dell'apparato genitale femminile.
Disarmonie psico-emotive Indicata in temperamenti lunatici, volubili, caratterizzati da sbalzi dell'umore e da alti e bassi dell'energia psicofisica. Rende più costanti nei propositi.
Chakra 2° e 3°. Da applicare anche sui centri minori delle ovaie, dello stomaco, del plesso solare e sul doppio chakra della milza-pancreas.


Pietra di sole

Disturbi fisici Agisce sugli squilibri della termoregolazione, stimola l'apparato digerente. Può essere utile nelle eruzioni cutanee causate da intossicazione alimentare e da stress.
Disarmonie psico-emotive Genera gioia di vivere, rende più solari e ottimisti, rasserena l'animo. Induce a trovare piacere e soddisfazione nelle attività quotidiane. Armonizza il sistema neurovegetativo. Da sperimentare nel caso di disarmonie sessuali di vario tipo.
Chakra 2° e 4°.


Quarzo ametista

Disturbi fisici Mal di testa di vario tipo, dalle emicranie alle cefalee a grappolo: in tal caso si può massaggiare con un cristallo burattato le zone dolenti. Può essere efficace anche nel mal di denti, in attesa di recarsi dal dentista. Disturbi psicosomatici imputabili allo stress o a sindromi depressive.
Disarmonie psico-emotive Azione antidepressiva, calmante e confortante riguardo a dispiaceri di vario genere. Rimedio antistress indicato in soggetti ipereccitati, nevrotici, o in coloro che si sentono sopraffatti dagli impegni. Induce una visione distaccata delle situazioni e potenzia la spiritualità.
Chakra 7°. Talvolta è consigliabile anche per il 6° chakra (soprattutto posteriore) e per armonizzare i centri minori delle orecchie.


Quarzo fumé

Disturbi fisici Agisce sulla milza-pancreas, soprattutto in caso di deficit energetico. Stimola il sistema immunitario, pertanto è da tenere in considerazione nelle affezioni virali. Può essere indicato per limitare i danni derivanti dal fumo di tabacco e per trattare alcuni disturbi dei polmoni e delle alte e basse vie respiratorie.
Disarmonie psico-emotive Rende più stabili, più centrati e concreti; promuove una mentalità pragmatica e realista, pertanto è consigliabile in soggetti confusi, poco precisi, distratti, ossessionati da preoccupazioni varie, che rimuginano sempre sulle stesse cose.
Chakra 3°; talvolta anche il 5°. Particolarmente indicato per il doppio chakra minore della milza-pancreas.


Quarzo ialino

Disturbi fisici Consigliabile in tutti i disturbi dello stomaco e della digestione, qualunque ne sia l'origine (acidità, gastrite, vomito, nausea, ulcera). Favorisce la corretta assimilazione degli alimenti e crea una protezione nel caso di intolleranze alimentari.
Disarmonie psico-emotive Aiuta ad accettare cose, persone e situazioni e ad assumere un atteggiamento più rilassato rispetto a obblighi o impegni giudicati sgradevoli. Favorisce l'instaurarsi di un sentimento di tenacia, in modo che si possa lavorare più serenamente per risolvere i problemi.
Chakra 3°. Importante anche per trattare il chakra minore dello stomaco e quello del plesso solare.


Quarzo ialino con tormalina nera

Disturbi fisici Indicato nei disturbi digestivi, per agire sullo stomaco e sulla vescicola biliare. Utile in presenza di avvelenamenti e intolleranze alimentari. Esplica un effetto depurativo generico, per eliminare tossine dall'organismo.
Disarmonie psico-emotive Spinge ad accettare i problemi e le situazioni difficili ricercando le possibili soluzioni senza arrabbiarsi. Consigliabile in persone che tendono a ingoiare controvoglia le circostanze sgradevoli e non sanno reagire in maniera equilibrata.
Chakra 3°. Si utilizza talvolta anche su tutti gli altri chakra, maggiori e minori, per un'azione di pulizia, ed è particolarmente indicato per il chakra minore del fegato.


Quarzo occhio di falco

Disturbi fisici Si addice a chi ha problemi di vista (disturbi oculari di vario tipo) e di fegato.
Disarmonie psico-emotive Per vedere meglio cose, persone e situazioni: amplia la percezione e induce ad accorgersi anche dei dettagli. Utile in soggetti caratterizzati da una visione ristretta dell'esistenza, in coloro che, non comprendendo bene le reali motivazioni proprie e altrui, non riescono a comportarsi adeguatamente né a prendere consapevolezza.
Chakra 6°, oltre ai chakra minori degli occhi.


Quarzo rosa

Disturbi fisici Problemi respiratori, infezioni polmonari, angina pectoris, tachicardia.
Disarmonie psico-emotive Cura le pene affettive, le delusioni d'amore, le forme depressive legate a dispiaceri nei rapporti interpersonali. Esplica un effetto consolatorio e spinge a essere generosi e aperti verso il prossimo. Aiuta lo scambio con gli altri e promuove l'espressione delle proprie potenzialità, soprattutto in ambiti come l'affettività e la comunicazione.
Chakra 4° e 5°.


Quarzo rutilato

Disturbi fisici Stimola la rigenerazione delle cellule e dei tessuti, pertanto può essere utile in presenza di dermatiti, piaghe, ulcerazioni, ferite, micosi. Talvolta agisce anche sulle varici.
Disarmonie psico-emotive Favorisce l'autostima, la sicurezza e la fiducia in se stessi. Accresce il potere personale. Rafforza le difese dell'organismo.
Chakra 3°. Con questo cristallo si possono trattare genericamente anche i chakra minori di fegato, stomaco, plesso solare e milza-pancreas.


Rodocrosite

Disturbi fisici Rimedio d'eccellenza in molte patologie degenerative e autoimmuni.
Disarmonie psico-emotive È il cristallo della gioia di vivere, dell'allegria e del buonumore; come tale è indicato in soggetti cupi, depressi, soprattutto riguardo all'amore e agli affetti. Consigliabile anche a chi è privo di gioia nella vita in generale e a coloro che non riescono a esprimere slancio verso qualcosa: può trattarsi non solo di passioni relative all'amore e alle relazioni di coppia, ma anche dell'interesse per un'attività qualsiasi, per un hobby. La rodocrosite è infine la pietra giusta per chi è carente di amore per se stesso.
Chakra 4°. Cristallo molto importante per armonizzare il 4° chakra posteriore (ma lo si utilizza anche sull'anteriore), e per intervenire sui centri minori dei seni, del timo e dello sterno nel punto di congiunzione delle clavicole.


Rodonite

Disturbi fisici Rimedio generico da utilizzare nel caso di infezioni, patologie dell'apparato genitale e affezioni cardiovascolari.
Disarmonie psico-emotive Fa emergere dall'inconscio problemi e conflitti irrisolti legati all'amore, ai sentimenti, alla sfera affettiva. Utile per indagare e sbloccare traumi affettivi di vario tipo.
Chakra 4° e 6°. Agisce anche sui chakra minori dei seni, del timo e degli occhi. Nel caso di disarmonie sessuali collegate a conflitti affettivi la rodonite può essere la pietra appropriata da applicare sui vortici minori di testicoli/ovaie.


Rubino

Disturbi fisici Il rubino regola la pressione sanguigna, sia nel caso di iper che di ipotensione. Agisce positivamente sulle ghiandole surrenali e sulla circolazione sanguigna in genere.
Disarmonie psico-emotive Genera slancio e dinamismo, rende impulsivi e passionali in amore. Spinge a essere attivi, vigili e dinamici, aiuta a combattere l'apatia e la passività; armonizza comunque anche l'eccesso di dinamismo e di impulsività, esercitando azione calmante in persone troppo focose. Stimola la sessualità.
Chakra 1° e 4°. In persone freddolose, caratterizzate da scarsa energia psicofisica, il rubino può dare benefici se applicato anche sui chakra minori dei piedi e delle ginocchia.


Sodalite

Disturbi fisici Di grande aiuto per vari disturbi dell'apparato respiratorio (particolarmente in presenza di muco: ad esempio sinusite, raffreddore, catarro).
Disarmonie psico-emotive Aiuta a esprimere meglio le proprie convinzioni e le proprie verità. Permette di esaminare e riconoscere quegli aspetti di sé che si vorrebbero tenere nascosti, soprattutto in relazione alla creatività.
Chakra 5° e 6°. Applicare anche sul vortice minore dello sterno, situato nel punto di congiunzione delle clavicole, sugli occhi e sulle orecchie.


Tormalina nera

Disturbi fisici Infezioni di vario genere, intossicazioni del sangue e del sistema linfatico.
Disarmonie psico-emotive Utile per eliminare le cose vecchie, per staccarsi da situazioni, da persone o da stili di vita non più appropriati e che possono dunque creare danni o indurre tristezze e difficoltà. Come pietra di protezione può talvolta essere indicata per schermarsi da vibrazioni negative.
Chakra Agisce su tutti i chakra, maggiori e minori.


Tormalina verde

Disturbi fisici Regola la cistifellea e le vie biliari.
Disarmonie psico-emotive Induce ad agire nel momento giusto e a prendere decisioni opportune. Mitiga l'aggressività e la rabbia represse, aiutando la persona ad esprimere tali sentimenti con modalità costruttive.
Chakra 3° e 4°. Indicata per il chakra minore del fegato.



Cristalli di base per i chakra

Per trattare i chakra principali 8 cristalli in particolare sono adatti genericamente a tutte le persone: questi rimedi agiscono in misura maggiore o minore su disarmonie di vario tipo, e si prestano a riequilibrare i vortici anteriori e posteriori. Per problemi specifici e per andare in profondità sarà necessario individuare, caso per caso e persona per persona, i cristalli più appropriati.

1° chakra: rubino.

2° chakra: aragonite arancione.

3° chakra: quarzo rutilato.

4° chakra: malachite e quarzo rosa.

5° chakra: lapislazzuli.

6° chakra: fluorite policroma.

7° chakra: quarzo ametista.



Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento, verrà pubblicato non appena lo avrò visionato.